Pubblicato da copesc il 23 gennaio 2024

Il Servizio Civile è un’opportunità che fa per te. Il 22 dicembre è stato pubblicato il bando 2023/2024, c’è tempo sino al 15 febbraio 22 febbraio per aderire. Tante le possibilità per ragazze e ragazzi dai 18 ai 28 anni, per partecipare occorre avere a disposizione le proprie credenziali SPID (Identità Digitale) e scegliere un progetto [...]

 

Il Servizio Civile fa per te: scopri le opportunità

Pubblicato da copesc il 23 gennaio 2024

https://www.serviziocivileparma.it/web/il-servizio-civile-fa-per-te-scopri-le-opportunita/

Il Servizio Civile è un’opportunità che fa per te.

Il 22 dicembre è stato pubblicato il bando 2023/2024, c’è tempo sino al 15 febbraio 22 febbraio per aderire. Tante le possibilità per ragazze e ragazzi dai 18 ai 28 anni, per partecipare occorre avere a disposizione le proprie credenziali SPID (Identità Digitale) e scegliere un progetto e una sede che proponga un’attività adeguata ai propri interessi ed aspirazioni.

Cosa ricevi in cambio? Un progetto della durata di 12 mesi, un impegno settimanale di circa 25 ore, un compenso mensile € 507, formazione, competenze e un tutor dedicato.

Gli enti del nostro Coordinamento sono attivi nelle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia.

Se ti piace l’idea di dare il tuo contributo per una comunità inclusiva e sostenibile, se ti va di attivarti in progetti di assistenza ed educazione a contatto con ragazzi, bambini, donne e persone adulte, dai una possibilità ai nostri progetti.

Rimani in sintonizzato con noi, attraverso i nostri canali social servizio civile parma (Facebook ed Instagram), il contatto whatsapp 320/8641303, via mail serviziocivileparma@gmail.com  

Tags:

Allegati

3 Risposte to “Il Servizio Civile fa per te: scopri le opportunità”

  1. Isimbi Ines Ornella scrive:

    Salve,
    Vorrei fare la domanda per il servizio civile a Parma, ho provato con il link ma non si apre.

    Grazie.

    • copesc scrive:

      Buongiorno, grazie per il messaggio. La domanda si presenta esclusivamente in modalità online. Purtroppo in questo momento la Piattaforma risulta in crash, molto probabilmente a causa dei numerosi accessi dell’ultimo minuto. Consiglio di provare da diversi supporti e se possibile collegandosi da reti diverse. Nel caso in cui il Dipartimento ammettesse un ulteriore proroga dei tempi, sarà nostra cura comunicarlo in tempo reale.

Rispondi